Storia

Cascina Boscaccio è una tipica cascina lombarda di origine settecentesca che ha preservato immutate negli anni le caratteristiche architettoniche di semplicità tipiche delle costruzioni rurali della regione.
Il Lago Boscaccio, che circonda per tre quarti il corpus degli edifici della cascina, è alimentato da numerose risorgive di acqua purissima e ricrea un habitat naturale tipico della pianura lombarda. Insieme, struttura e natura, danno forma a un luogo unico e suggestivo per ambientare cerimonie da sogno.

  • CB-teresianoL'insediamento della cascina Boscaccio ha origini antiche: Il Boscaccio - o Boscaro, come risulta in una nota del 1227 - era famoso soprattutto per l'esistenza di un antico oratorio dedicato a S. Materno (arcivescovo di Milano, morto intorno al 312 d.C.).

    CB-LombVenetoIl fatto che fosse anche un luogo di culto permette di supporre che il sito fosse frequentato in epoche ancora precedenti.

    Condannato nei secoli ad un lento degrado, si hanno notizie dell’oratorio nelle cronache delle visite pastorali del vescovo di Milano S. Carlo nel 1573 e del Cardinal Federico nel 1620. Grazie alla devozione popolare, che permise di salvarlo dalla distruzione un secolo prima, l’oratorio venne costruito ex novo nel 1693 (l’attuale edificio).

  • Come arrivare

    Viale d'ingresso
    Scorcio della Cascina
    Viale in autunno

  • La grande villa settecentesca si affaccia sulle sponde del Lago Boscaccio: all’esterno sono protagonisti l’ampia loggia che attraverso i suoi archi e le due imponenti colonne “apre le porte” sullo specchio del lago e sul parco inserito nello splendido contesto naturalistico, la grande corte dove si affacciano gli edifici della Cascina Boscaccio e la bellissima terrazza al piano superiore affacciata sul lago; all’interno, gli ospiti sono accolti in ambienti suggestivi ed allestiti per le attività che vi dovranno svolgere.

ALCUNE IMMAGINI DELLA CASCINA E DELLO SPLENDIDO CONTESTO NATURALE

  • Storia
  • Storia
  • Storia
  • Storia
  • Storia
  • Storia